“TUTTI PER UNO” all’Auditorium Paganini

“TUTTI PER UNO” all’Auditorium Paganini

VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2014 Auditorium Paganini di Parma ore 20.30

Pietro Corna all’oboe, Daniele Titti al clarinetto, Ettore Contavalli al corno e Franco Fusi al fagotto: stavolta saranno loro i protagonisti del prossimo appuntamento di “Tutti per uno”, la rassegna della Filarmonica Arturo Toscanini nata con l’obiettivo di mostrare al pubblico le doti e il talento solistico delle sue prime parti. Dopo il successo dei trombettisti Matteo Beschi e Marco Catelli, il concerto di venerdì 28 febbraio all’Auditorium Paganini di Parma, come di consueto alle ore 20.30, sarà dedicato al quartetto solista della sezione dei fiati della Filarmonica che, nella formula “senza direttore”, sarà guidata da Paçalin Zef Pavaci nella veste di violino concertatore.

Il programma prevede l’esecuzione della Sinfonia concertante in mi bemolle maggiore per oboe, clarinetto, corno, fagotto e orchestra K297b di Mozart, che tanto ha fatto discutere riguardo la sua attribuzione al salisburghese. Di questo brano è giunta infatti ai nostri giorni una copia non autografa, mentre da una lettera al padre del 1778 sappiamo che Mozart scrisse una Sinfonia concertante con un organico leggermente diverso. I dubbi restano, così come la bellezza di questo brano raramente frequentato nelle sale da concerto.

Distanziandosi per un attimo dal repertorio classico, il programma propone Palladio, una sorta di Concerto Grosso composto da Karl William Jenkins: nato nel 1944, Jenkins è un compositore gallese noto per essere stato membro dei Soft Machine dal 1972 al 1984, e come autore musiche per la pubblicità. Il brano scelto dalla Filarmonica, del 1996, è tra i suoi pezzi più noti, e venne composto per lanciare una nota marca di diamanti.

Per completare il programma, gli Archi della Filarmonica eseguiranno il Notturno di Alexander Borodin nell’arrangiamento di Malcolm Sergent. Il brano è una trascrizione del terzo tempo del Quartetto n. 2 del 1881: quell’Andante struggente tra i brani più noti del compositore russo.

Paçalin Zef Pavaci è considerato uno dei concertmaster più importanti della sua generazione. Dal 2012, invitato personalmente da Lorin Maazel, è concertmaster e mentore della Castleton Festival Orchestra in Virginia, Stati Uniti. Dall’autunno del 2013 è guest concertmaster della Philharmonia Orchestra di Londra. Dal 1993 vive in Italia. Attualmente è primo violino solista dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari.

Molto attivo in ambito cameristico, sia con l’oboe moderno che con quello antico, Pietro Corna ha suonato con musicisti quali Pier Narciso Masi, Maurice Bourgue, Nicholas Daniel, Jean-Louis Capezzalied è stato diretto da Miltiades Caridis, Giandrea Noseda, Marcello Rota, Pascal Rophè, Daniele Gatti. In qualità di primo oboe suona regolarmente con le orchestre del Teatro alla Scala, Fenice di Venezia, Rai di Torino, Pomeriggi Musicali di Milano, la Haydn di Bolzano dove, per due anni, è stato primo oboe. Ha inciso per la Sarx e per la Supraphon.

Daniele Titti ha collaborato con le più prestigiose orchestre italiane suonando sotto la direzione di prestigiosi direttori, tra i quali Lorin Maazel, Georges Prêtre, Yuri Temirkanov e Wayne Marshall. Dal 2008 ricopre stabilmente il ruolo di primo clarinetto nell’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna e della Filarmonica Arturo Toscanini. Ha al suo attivo incisioni discografiche, trasmissioni radiofoniche e tv e numerose prime esecuzioni assolute.

Franco Fusi è primo fagotto della Filarmonica Arturo Toscanini, dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Genova, del Teatro Regio di Torino e del Teatro La Fenice di Venezia. Ha suonato con I virtuosi italiani e I solisti veneti alla Tonhalle di Zurigo, all’Opera Comique di Parigi, alla Grosser Saal dei Musikverein ed alla Konzerthaus di Vienna, al Palatului di Bucarest, al Teatro alla Scala di Milano, collaborando con direttori d’orchestra quali Claudio Abbado, Zubin Metha, Riccardo Muti, Valery Gergiev.

Ettore Contavalli ha collaborato con varie orchestre tra le quali Rai di Milano e Napoli, Teatro Comunale di Bologna, Accademia Bizantina, I Fiati di Parma, Petronius Brass, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Comunale di Trieste, Teatro alla Scala, Orchestra da Camera di Bologna, Festival di Erl sotto la direzione di famosi direttori come Christian Thielemann, Gary Bertini, Lorin Maazel, Riccardo Chailly, Riccardo Muti, Daniele Gatti, Daniel Oren. Dal 1997 suona stabilmente nell’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna e nella Filarmonica Arturo Toscanini.

Comunicato Tutti per uno Sinfonia concertante 28 feb Corna Titti Contavalli e Franco Fusi

 

Il costo del biglietto intero per il concerto va da 20 € (settore oro) a 15 € (settore blu). Sono previste riduzioni per over65, under26 ed enti convenzionati. La Biglietteria della Fondazione Arturo Toscanini, in vicolo san Moderanno 3 a Parma, è aperta da mercoledì a venerdì dalle 14 alle 17, giovedì e sabato dalle 10 alle 13 (tel. 0521200145,biglietteria@fondazionetoscanini.it). La biglietteria dell’Auditorium Paganini, nel giorno del concerto, è aperta a partire dalle ore 19.30. Per la programmazione completa di Tutti per uno è possibile consultare il sito www.fondazionetoscanini.it