By On febbraio 18, 2014 4:24 pm

IL GRADITO RITORNO de Il Contrabbasso

Diretto da Gianluca Massiotta, Marco Pagani torna protagonista sul palcoscenico del Verdi, dove è già stato applaudito la scorsa stagione, nei panni di un contrabbassista impegnato in uno straripante monologo, in cui darà corpo e voce alle diverse sfaccettature di un poliedrico musicista, mettendo in scena un ritratto ironico e dissacrante di un certo tipo di figura maschile contemporanea, sospesa tra arroganza e fragilità. Insieme ad un affresco pieno di sfumature, a tratti amare e a tratti esilaranti, del mondo dei musicisti di professione

Il testo, complesso e ricco, indaga l’animo umano disegnando un personaggio in bilico tra lo spettro della solitudine e il riscatto di una passione rigeneratrice. l tutto racchiuso nella dimensione apparentemente dorata della professione di musicista in orchestra, in realtà in perenne conflitto con il suo strumento e con i suoi colleghi, nel più classico dei rapporti amore-odio. Ma la pièce è in realtà una potente e