By On marzo 7, 2014 7:19 am

Tutta l’opera del Bardo nel tempo di una partita di calcio in scena al Teatro Masini di Faenza il 17 marzo. Protagonisti della versione italiana di “Tutto Shakespeare in 90 minuti” sono Nino Formicola e Alessandro Benvenuti, che ne firma anche la regia. Condensare l’opera omnia di Shakespeare è una sfida teatrale ai limiti dell’incredibile che è stata vinta da Adam Long, Daniel Singer e Jess Winfield il cui spettacolo dopo un interminabile successo a Londra, prima nei teatri off e in seguito per più di 10 anni al Criterion Theatre di Piccadilly Circus, ed è tuttora in tour a 30 anni dal debutto. Sul palco, nel divertente racconto delle 37 opere shakespeariane che fa ridere fino alla lacrime decine di migliaia di spettatori di tutto il mondo, accanto a accanto a Formicola in questa stagione Benvenuti prende il posto che fu di Zuzzurro-Andrea Brambilla per rendergli omaggio continuando “idealmente a ringraziare il suo pubblico”. Nella produzione dello spettacolo di Paolo Valerio a cura di a.Artisti Associati di Gorizia e Teatro Stabile di Verona, con loro in scena c’è il giovane Francesco Gabrielli.
Dopo il debutto al Festival shakespeariano di Verona, “Tutto Shakespeare in 90 minuti”, il titolo italiano di