By On marzo 6, 2014 12:24 pm

Torna sui palcoscenici regionali la recente creazione per venti danzatori, firmata da Monica Casadei, coreografa e fondatrice della Compagnia Artemis Danza, commissionata dal Teatro Comunale di Bologna per celebrare due dei più grandi compositori di tutti i tempi, Verdi e Wagner, nel bicentenario della nascita.

Lo spettacolo sarà al Teatro Bonci di Cesena il 14 marzo e al Novelli di Rimini il 21.

Aida e Tristano: un unico atto per una doppia notte.
Due drammi, quelli dei protagonisti, opposti e contrapposti eppure congiunti da un destino tanto intimo e profondo, quanto universale: amore e morte.
In “La Doppia Notte”, gli eroi e le eroine di Tristano e Aida sono muti, senza voce. Privati della parola, si fanno corpi, potenti e vigorosi quanto evanescenti, metafore di tutte le storie d’amore e di morte. Amore fatale, amore irresistibile, amore disperato, amore inafferrabile di giorno ma compiuto nella notte.
Notte metafisica e leggendaria di Tristano, notte intima e psicologica di Aida.

“La Doppia Notte” è armonia ipnotica e appassionata in cui Wagner confluisce in Verdi e Verdi in Wagner.
Un connubio reso possibile dall’arte del maestro Claudio Scannavini che ha saputo ricamare, fra le partiture originali delle due opere, nessi fatti di aspetti timbrici e contrappunti cromatici, tali